Come Arredare Casa Con I Fiori Secchi

come arredare casa

Potete arricchire le vostre stanze con piccoli accorgimenti. Ad esempio, in caso di arredamento moderno scegliete accuratamente il vaso in cui realizzare la composizione e scegliete fiori particolarmente colorati. In caso di arredamento minimalista, invece, è consigliabile creare composizioni che si sviluppino in verticale più che in orizzontale, lasciando i vasi tondi ad ambienti più classici. In cucina i fiori possono assumere ogni forma vogliate: attaccarli al muro, creare ghirlande che scendono da lampadari o soffitti, piccole composizioni su mobili o finestre. Anche i vasi possono avere diverse sembianze: vasi classici, ma anche brocche cassette in legno, barattoli e via dicendo. Oppure potete decidere di creare un piccolo “terrarium” da mettere in un angolo o su una finestra (guardate il video). Nonostante il bagno venga spesso dimenticato dal punto di vista estetico, i fiori secchi possono creare ambienti particolari anche in questa stanza. Per bagni piccoli è preferibile creare composizioni floreali di piccole dimensioni, magari da appendere alle pareti. I fiori grandi renderebbero invece l’ambiente più claustrofobico. Per contenere i fiori potete utilizzare cestini, vasetti, arricchiti quindi di fiori interi o petali. Per i bagni moderni meglio evitare merletti, ceramica e coccio, preferendo vasi di vetro da forme strane nei quali inserire piccoli bouquet di fiori. Sono molto usate anche le ciotole colme di petali che in genere si adattano a ogni tipologia di bagno. Un’idea originale è quella di creare una vera parete floreale creando composizioni direttamente incollate al muro. Per chi non vuole rovinare il muro con colle una idea potrebbe essere quella di usare una serie di cornici nelle quali inserire le composizioni floreali o vasetti fissati su strutture in legno… come cornici.

come arredare casaAvete sempre sognato una casa arredata con gusto ma vi sembra un lavoro duro e costoso? Arredare casa non è un’impresa semplice ma con qualche piccolo consiglio si può trasformare una casa ordinaria in ciò che avete sempre sognato. Prima di capire come arredare casa, è importante scegliere uno stile, che sia esso moderno o classico non importa, puntate a uno stile e tenetelo ben in mente, soprattutto quando uscite a fare shopping per la casa! Sebbene ogni stanza ha delle sue linee guida per l’arredamento, ci sono dei suggerimenti universalmente validi, ed è proprio da questi che cominceremo per spiegarvi come arredare casa con stile. Eliminate la confusione e tutto ciò che è superfluo. Tale suggerimento può sembrare banale, ma quanti di voi conservano un soprammobile solo perché si tratta di un cimelio di famiglia? O peggio, di una bomboniera! Nella vostra casa non c’è spazio per il superfluo. Raccogliete tutti gli oggetti che si discostano dal vostro stile e mantenete solo ciò che vi piace. I pallet, altrimenti noti come bancali, sono le ‘pedane in legno’ comunemente utilizzate per il trasporto e lo stoccaggio delle merci in magazzino. Assolto il loro compito, il più delle volte vengono buttati, ma con il riciclo creativo è possibile riutilizzarli in un’infinità di modi, compreso creare veri e propri pezzi di arredamento. E’ infatti sufficiente utilizzare con creatività le assi che li compongono per trasformare i bancali in mobili o complementi con cui arredare non solo la propria casa, ma anche balconi e giardini in maniera originale ed a costo zero. Bastano un po’ di tempo, tanta fantasia, poche semplici dritte e il gioco è fatto. Con i pallet è possibile arredare casa interamente: vi si possono realizzare letti, divani e poltroncine, sia da interno che da esterno, e ancora tavoli e tavolini, fioriere, mensole, pareti decorative, lampade e perfino comode scarpiere. Ma facciamo un passo indietro. Prima di iniziare qualsiasi progetto creativo è importante assicurarci di disporre di tutto il materiale necessario. Altro accorgimento fondamentale è quello di assicurarsi che i nostri bancali non siano stati utilizzati per trasportare prodotti chimici che potrebbero nuocere alla salute. Bidet, in quali paesi lo usano? Passando poi alla zona cucina/sala da pranzo, assemblati tra loro, i bancali possono fungere da comoda isola, sia per ricavare un di piano lavoro aggiuntivo, che per consumare un pasto veloce con l’aggiunta di qualche sgabello alto. Passando invece alle aree esterne, i pallet, ideati e prodotti proprio per resistere alle intemperie, sono l’ideale per realizzare il mobilio di giardini e terrazzi, da panche, tavolini, divani e poltrone, fino ad arrivare ad altalene e dondoli. Per renderli ancor più resistenti, è inoltre possibile trattare il legno con impregnante o vernici protettive: qualche cuscino e i nostri mobili da esterno non saranno solo resistenti, ma anche molto carini da un punto di vista estetico.

  • Come coltivare il gelsomino
  • Isolamento termico terrazzo
  • Come arredare la casa al mare
  • Realizzare coperture terrazzi
  • Varietà del geranio
  • Cuscini. Morbidezza, cuscini di lana e tessuti invernale
  • Griglie legno giardino
  • Come arredare una casa in montagna

Avete una cucina piccola e non sapete come arredarla senza farla sembrare claustrofobica? Non temete, perché non sempre avere poco spazio a disposizione significa rinunciare alle soluzioni d’arredo che più ci piacciono. Ebbene sì ragazze, è possibile arredare con gusto e stile anche gli ambienti più piccoli, il segreto è ottimizzare al meglio tutti gli spazi, scegliendo dei complementi d’arredo funzionali e poco ingombranti. Per rendere vivibile e accogliente il vostro cucinino fondamentale è anche tenere la cucina sempre in ordine (scopri qui tutti i trucchi e gli accessori più utili per farlo). La prima cosa da fare per arredare una cucina piccola, senza sacrificare lo spazio e la libertà di movimento, è scegliere mobili pratici e funzionali con le ante a scorrimento. In più, per ottimizzare gli spazi del vostro cucinino arredatelo in verticale, in questo modo non solo riuscirete a sfruttare tutti gli angoli a vostra disposizione ma la vostra cucina risulterà anche più ampia. Per quanto riguarda il tavolo, la soluzione perfetta è quella di sceglierne uno a ribalta, da aprire solo per mangiare, e che potrete utilizzare anche come piano di lavoro: risparmierete spazio e renderete la vostra cucina meno ingombrante. La regola fondamentale che vale per tutti gli ambienti di dimensioni ridotte è quella di optare per colori pastello, soft e tenui, che rendono lo spazio più luminoso e, di conseguenza, meno claustrofobico. Quindi, per la vostra cucina scegliete tonalità chiare, come il bianco, che darà un maggiore senso di ampiezza, ed evitate colori scuri, come il nero o il grigio, e tonalità accese, come il rosso o l’arancione. Per far sembrare il vostro cucinotto più grande è fondamentale anche la scelta del pavimento. Il nostro consiglio è quello di puntare sul marmo oppure sul parquet chiaro perché rendono l’ambiente più luminoso, dando una sensazione di ampiezza e leggerezza.

A letto si legge, si scrive, si guarda la tv, a volte si lavora, e infine si dorme anche. Cambiano i tempi e cambia anche il modo di vivere la camera da letto, il luogo di rifugio della casa. La camera da letto diventa come una suite d’albergo e in linea con le ultime tendenze è sempre più contaminata con la stanza da bagno con vasche e docce design a vista. Scompaiono invece gli armadi (per chi ha la fortuna di possedere una stanza o uno spazio per la cabina armadio) a favore del letto, non più relegato al solo riposo ma elemento d’arredo polifunzionale. La personalizzazione della sala da bagno è un aspetto sempre più importante dell’interior design. Sanitari, rubinetti, rivestimenti, vestono il bagno con soluzioni personalizzate e il bagno diventa quasi come una piccola spa. Il bagno è diventato un vero e proprio ambiente su misura e le ultime tendenze dell’arredo bagno, prediligono mobili dalle linee pulite e forme geometriche. Rubinetteria design, lavabi dalle forme tondeggianti e soprattutto il vecchio armadietto è un ricordo del passato, adesso tutto è sostituito da cassetti estraibili oppure da mobili da bagno che quasi potrebbero essere adatti a qualsiasi ambiente della casa.

In questo ultimo periodo, l’utilizzo degli infissi in alluminio, è aumentato a dismisura. Se negli anni Settanta e Ottanta venivano utilizzati in maniera esclusiva per l’edilizia popolare a basso costo e per i negozi fronte strada, nel corso del tempo la loro destinazione d’uso è cambiata. Grazie alle vernici epossidiche è possibile dare ai profili in alluminio qualsiasi colorazione e adattarli all’arredamento o al contesto abitativo nel quale vengono inseriti. I profili che imitano la colorazione e le venature delle essenze legnose più pregiate, come ad esempio il ciliegio, sono i più richiesti dalla clientela. Si tratta di una scelta elegante, che dona un tocco di stile alle facciate degli edifici senza dover spendere cifre inaccessibili. L’alluminio è un materiale estremamente versatile e ben si presta per la realizzazione di infissi di ogni tipologia. Può essere adoperato per finestre e porte dalle dimensioni maggiorate perché non solo ha un peso specifico estremamente basso, ma anche perché i profili sono cavi all’interno e possono dar vita a strutture particolarmente leggere e maneggevoli. L’alluminio presenta, a suo discapito, un’elevata conducibilità termica. E’ una caratteristica decisamente sfavorevole per la realizzazione di infissi dall’elevato potere isolante. Una modalità che evita sia ostacoli nel passaggio della luce naturale, sia la formazione di stanze sproporzionate, poiché sviluppate solo in senso longitudinale. Al bando le pareti! Anche nelle case ubicate nel centro storico o con caratteristiche di pregio, come una finitura antica in mattoni, evitare di innalzare pareti rende permeabili ambienti con funzioni compatibili. Laddove possibile, perché non prevedere una posizione inconsueta per l’area studio o la zona notte? Un soppalco, anche di dimensioni ridotte, alleggerisce una superficie di calpestio di un importante funzione. E non sono necessarie altezze incredibili per un piccolo intervento. Uno scrittoio con cassetteria e sedia da ufficio? Può essere sostituito da una struttura autoportante disposta a parete con mensole e piano d’appoggio. Il classico armadio con ante a battente? Si può rimpiazzare con un tubo appendiabiti, adatto anche a scarpe ed accessori. Un grande guardaroba aperto, accessibile con una scala artigianale, può risolvere uno dei più diffusi rompicapo delle stanze da letto in case piccole. L’armadio infatti, con il suo notevole ingombro, rappresenta un problema all’apparenza insormontabile… a meno che non prendiamo in considerazione una “struttura a ponte”, come quella dell’esempio.