Come Arredare Casa, Idee Originali

Mini orto. Un mini orto in cucina non è solo un’idea originale per arredare, ma anche utile. Con una griglia e dei ganci con vasi o un pallet e dei ganci per vasetti, o ancora grazie a vasi pendenti raggruppati, si possono appendere le erbe aromatiche più amate, dal basilico alla menta, dal peperoncino al prezzemolo. Scala porta asciugamani. La scala, ben igienizzata, va appoggiata sul muro e sui pioli si possono sistemare gli asciugamani pronti all’uso. Quadri. Chi ha detto che i quadri dovrebbero trovarsi solo all’ingresso e in salotto? Anche il bagno si può arredare grazie ai quadri, che daranno un tocco originale e personale. L’unica accortezza è quella di utilizzare cornici con buona tenuta o sigillarle, vista l’umidità che i vapori creano in bagno. Angolo salotto. Cosa c’è di più originale di un angolo salotto in camera da letto? Bastano una poltrona o un divanetto e un tavolino per creare un piccolo ambiente accogliente e rilassante, adatto per leggere o – perché no – per mettere lo smalto. Armadi personalizzati con adesivi. Se avete un arredamento moderno e con tocchi pop e ironici, personalizzate i vostri armadi con adesivi sugli sportelli che rappresentino le silhouette dei membri della famiglia sui relativi guardaroba. Paravento come spalliera del letto. Un paravento può essere una perfetta spalliera per il letto, originale e decorativa: scegliete un separé in linea con lo stile della camera e con i vostri gusti, per esempio minimal o orientale, in tessuto, stampato o in legno traforato.

Alle prese con l’arredamento di una nuova casa… molto più piccola di quanto avreste desiderato? Vivere bene anche all’interno di metrature contenuto è possibile e, con i giusti espedienti, può rivelarsi addirittura sorprendente. Molte sono le strategie da mettere in campo in questi casi e riguardano non solo la scelta di “arredi furbi”, come sedie pieghevoli, tavoli estendibili all’occorrenza, paraventi e divisori mobili, divano-letto. Ansiosi di mettervi all’opera? Ecco 15 interni tutti da copiare. Ricorda il letto descritto da H. C. Andersen ne “La principessa sul pisello” quello proposto in questa abitazione: un’autentica alcova, a circa un metro da terra, il cui basamento ospita una serie di cassetti e mensole. Per non perdere neppure un metro quadro di spazio utile. Anche se, specie nei monolocali, le funzioni tendono ad essere associate, individuare porzioni dedicate a specifiche attività aiuta a gestire al meglio la superficie disponibile. In questa ottica anche una lampada a sospensione contribuisce a identificare uno specifico settore. Il sistema di pareti nei colori pastello, a scorrimento su binari, garantisce all’occorrenza la privacy della zona notte.

  • Trapano e viti, per assemblare vari bancali o parti di essi
  • Come coltivare il gelsomino
  • Appartamenti con terrazzo
  • Varietà del geranio
  • Isolamento termico terrazzo
  • Griglie legno giardino

Voglio infatti parlarti di questo software professionale per PC Windows e Mac che ti permetterà di costruire la tua casa in 3D da zero, per poi andarla ad arredare secondo quelli che sono i tuoi gusti. Oltre a permetterti di arredare casa in 3D, il software SketchUp Make ti permette di progettare la tua casa su misura, realizzando in tre dimensioni anche la struttura stessa dell’immobile. Per quanto riguarda le possibilità di arredarla, SketchUp offre diversi modelli 3D di mobili grazie a Warehouse, strumento integrato che permette di accedere a un vasto database di oggetti tridimensionali. Il software è molto completo ed è dotato di numerosi strumenti avanzati e quindi può risultare non di così facile utilizzo. Per imparare a progettare e arredare una casa in 3D è quindi consigliato consultare la completa guida ufficiale di SketchUp e di dare uno sguardo ai video tutorial pubblicati su YouTube. In alternativa, SketchUp è disponibile sotto forma di tool online gratuito. Questo particolare strumento, chiamato my.SketchUp, offre alcuni degli strumenti principali di SketchUp, permettendoti di arredare casa in 3D in maniera più semplice e intuiva, senza dover scaricare programmi sul tuo PC. Ti consiglio di usarlo per avere un’idea di quelle che sono le funzionalità del software principale, specialmente se desideri valutare l’acquisto del software per un utilizzo professionale.

Un angolo barbecue in uno spazio esterno che si rispetti non può mancare. Se lo si desidera si può realizzare anche in un piccolo balcone con appositi grill da agganciare alla ringhiera … e se il fumo infastidisce i vicini? La soluzione esiste ed è davvero sorprendente. Arredare il balcone grande o il terrazzo. Con un balcone grande o addirittura un ampio terrazzo, ci si può sbizzarrire arredandolo con elementi grandi e di diverso tipo: il tavolo potrà essere usato per il pranzo di più persone ed essere ombreggiato da un ampio ombrellone. Arredare il balcone piccolo. I balconi generalmente non sono ampi, per cui è bene utilizzare ogni superficie disponibile. Per arredare il balcone di ridotte dimensioni è meglio scegliere complementi d’arredo compatti e funzionali evitando qualsiasi elemento non indispensabile. Preferite tavolo e sedie richiudibili e soluzioni salva-spazio. Per abbellire il balcone puntate sulla realizzazione di “pareti verdi” con un bel giardino verticale. La casa è uno spazio dinamico, estremamente creativo, dove il design incontra uno stile, sempre nuovo, sempre innovativo. Tendenze classical chic, eleganti, country, minimali: l’arredo è parte integrante di questo continuo movimento, di questo dinamismo intrinseco, dettata dal rinnovo, dall’esigenza di ricreare lo spazio, riadattandolo alle esigenze delle persone. I desideri ed i bisogni intesi come concetti astratti, assumono una reale esistenza se proiettati sulle cose che riempiono lo spazio: elementi d’arredo che completano queste esigenze di comodità, di necessità, d’estetica. L’arredo di uno spazio, varia al variare delle necessità espressive di ogni singolo, varia al variare delle tendenze e della concezione estetica di uno spazio. L’anello di congiunzione tra l’etica del dinamismo e il potere d’acquisto, è l’arredo low cost. Entra in scena il rapporto qualità prezzo, elemento di base di una possibile condizione di cambiamento degli ambienti di una casa e dei suoi arredi. L’arredo low cost, lascia spazio alla creatività, all’intramontabile vintage, ad accostamenti originali e mai immaginati, in una dinamica di riutilizzo che progetta un arredamento nuovo, assolutamente innovativo. Diversi studi sul design e sull’ambiente, hanno favorito il lancio di numerose aziende che basandosi sul low cost, hanno affermato un nuovo modo di vendere, ed un nuovo modo di vivere lo spazio abitativo. Il low cost è inteso anche come creazione personale di uno stile, un’invenzione nuova degli spazi e degli oggetti, assolutamente personale, basata sul risparmio.

Poco spazio, sia in orizzontale che in verticale. Con una premessa così, arredare una mansarda può sembrare davvero una sfida impossibile che neanche gli architetti e i designer più esperti possono vincere. Eppure, seguendo alcuni piccoli e pratici consigli, potrai scoprire tante idee salva spazio per sfruttare al meglio ogni ambiente della tua mansarda, senza rinunciare al gusto e allo stile che più ti rappresentano. Cominciamo dal soggiorno. Abbiamo già premesso che il primo problema con cui ci troviamo a che fare nell’arredare una mansarda, soprattutto se piccola e bassa, è principalmente il poco spazio in verticale a disposizione. Sfruttiamo allora la zona di gronda per posizionare poltrone e divani con schienale non troppo alto, come ad esempio il divano Infinity Antique di Kare. La parete opposta, invece, sarà perfetta per i mobili più alti come ad esempio librerie, credenze o i componibili living. Il comò Butterfly Puro di Kare , ad esempio, può essere utilizzato come pratico mobile per la tv oppure piccolo comò da utilizzare sia come piano di appoggio che come soluzione salva spazio. Con i suoi 9 cassetti è perfetto per tenere tutto in ordine e arredare una piccola mansarda con praticità e stile.