Come ottimizzare le immagini per posizionarle [+Vídeo]

Conosciamo tutti l’importanza di un’immagine. Quando navighiamo su Internet, catturano la nostra attenzione e poi entriamo nel testo e ci godiamo quello che leggiamo.

Per darti un’idea, le immagini fungono da prodotto in un negozio: sono la vetrina in cui se facciamo entrare il cliente, allora avremo l’opportunità di spiegare quanto è buono il nostro prodotto e descrivere le caratteristiche più eccezionali.

 Ottimizza il seo delle immagini

 Che cosa dovremmo prendere in considerazione per posizionare le immagini?

Non si tratta solo di trovare una buona immagine per attirare l’attenzione del lettore: dobbiamo ottimizza queste immagini per il posizionamento seo e, di conseguenza, a trovare quel pubblico che tanto desideriamo . E a tale proposito ti parlerò in questo post. Quindi ti invito ad unirti a me!

Come ottimizzare le immagini per posizionarle

URL e meta description

Come nelle pagine web, dobbiamo sfruttare l’URL delle immagini per descrivere meglio il contenuto della nostra immagine. E, inoltre, includere le parole chiave nella descrizione.

Facciamo un esempio: vendo biancheria intima da uomo e ho aggiunto due immagini del prodotto. L’URL può contenere “camicia”, “interno” e “uomo” nello stesso modo in cui la meta descrizione lo includerà.

Testo alternativo

Si tratta di utilizzare un testo alternativo insieme alle parole chiave . Seguendo l’esempio delle camicie da uomo, potremmo aggiungere “cotone” e “bianco” se sono di questo tessuto e colore.

Devi tenere a mente che il testo Alt è la descrizione dell’immagine e non il titolo . Ricordalo!

In breve, una foto della maglietta sarebbe:

  • Titolo: “canottiera da uomo”
  • Alt Text: “canottiera da uomo in cotone bianco”

Esempio WordPress: [19659009]  immagine incollata 0 (5) -1

 Didascalia

Vogliamo attirare Google, ma dobbiamo pensare che la cosa più importante è mantenere l’attenzione del lettore. Pertanto, dobbiamo usare la legenda come sottotitolo dell’immagine e deve essere comprensibile per il lettore.

Ricorda che la legenda si trova sotto la fotografia e dà contesto al lettore di ciò che stai vedendo in esso

 immagine incollata 0 (6)

 ebook Strategia SEO

 Nome dell'immagine

Molte volte scarichiamo le immagini, da Internet o dal nostro dispositivo mobile, e non cambiamo nemmeno il nome. Questo ci porta ad avere immagini sul nostro sito con i nomi di questo stile: DCIM434 o 78r47a92. Suona come te?

Come ho detto, dobbiamo sfruttare ogni spazio per posizionare le nostre immagini. E questo funziona anche per il nome: deve contenere la parola chiave principale (parola chiave) nel file . E dobbiamo cercare di fare in modo che la parola chiave descriva ciò che vediamo nella foto, usare i trattini per separare le parole e non usare caratteri speciali, accenti o la lettera eñe. Tieni presente che

 ottimizza il nome dell'immagine "width =" 241 "style =" width: 241px; margine: 0px auto; display: block; "srcset =" https://www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/unnamed%20(1).png?t=1533027478309&width=121&name=unnamed%20(1).png 121w, https : //www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/unnamed%20 (1) .png? t = 1533027478309 & width = 241 & name = unnamed% 20 (1) .png 241w, https://www.inboundcycle.com/ hs-fs / hubfs / unnamed% 20 (1) .png? t = 1533027478309 & width = 362 & name = unnamed% 20 (1) .png 362w, https://www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/unnamed%20 (1) .png? T = 1533027478309 & width = 482 & name = unnamed% 20 (1) .png 482w, https://www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/unnamed%20(1).png?t=1533027478309&width = 603 & name = unnamed% 20 (1) .png 603w, https://www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/unnamed%20(1).png?t=1533027478309&width=723&name=unnamed%20(1) .png 723w "sizes =" (larghezza massima: 241 px) 100vw, 241 px

Ecco un esempio di come caricare l'immagine in WordPress in modo che sia ottimizzata correttamente:

 ottimizzazione immagine wordpress "width =" 1296 "style =" width: 1296px; "srcset =" https: //www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/0-media/blog-inbound/optimizacion%20imagen%20wordpress.png?t=1533027478309&width=648&name=optimizacion%20imagen%20wordpress.png 648w, https: // www .inboundcycle.com / hs-fs / hubfs / 0-media / blog-inbound / ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png? t = 1533027478309 e larghezza = 1296 & nome = ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png 1296w, https: //www.inboundcycle. it / hs-fs / hubfs / 0-media / blog-inbound / ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png? t = 1533027478309 e larghezza = 1944 & nome = ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png 1944w, https://www.inboundcycle.com/hs -fs / hubfs / 0-media / blog-inbound / ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png? t = 1533027478309 e larghezza = 2592 e nome = ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png 2592w, https://www.inboundcycle.com/hs-fs/ hubfs / 0-media / blog-inbound / ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png? t = 1533027478309 e larghezza = 3240 e nome = ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png 3240w, https://www.inboundcycle.com/hs-fs/hubfs/0 -media / blog-inbound / ottimizzazione% 20image% 20wordpress.png? t = 1533027478309 e larghezza = 3 888 e nome = ottimizzazione% 20 immagine% 20wordpress.png 3888w "sizes =" (larghezza massima: 1296px) 100vw, 1296px

 Tempi di caricamento

A tutti piace entrare in una pagina e non dover aspettare che vengano caricati le immagini, vero?

Bene, questo aspetto non serve a far sì che l'utente lasci la nostra pagina, oltre a dare un aspetto non professionale al Web e / o al blog.

Il tempo di caricamento di una pagina web deve essere del al di sotto dei 3 secondi . Per fare un esempio, il sito di vendita online Amazon vanta un tempo di caricamento di 1 secondo.

Il tempo di caricamento ha a che fare con un altro aspetto da considerare, il peso dell'immagine.

 Immagine peso

Se un'immagine pesa molto, ci vuole molto tempo per caricarla. Ciò influisce sul SEO, poiché, come sappiamo, a Google interessa la buona esperienza utente.

Quindi dovremo lavorare affinché le nostre immagini pesino il meno possibile ma senza trascurare la qualità ].

Per ridurre le dimensioni abbiamo diversi strumenti che possiamo usare se non gestiamo bene Photoshop o Illustrator; sono le seguenti:

 Immagine miniaturizzata

A volte è necessario creare un'immagine più piccola adatta al contenuto. In un'infografica, che di solito è lunga e occupa molto spazio, ridurne le dimensioni non avrebbe senso perché non vedresti nulla. In quel caso è quando creeremmo una miniatura con un pezzo di immagine e potremo visualizzarla intera quando entra nel contenuto.

   Social buttons

Ogni volta che possiamo, dobbiamo aggiungere pulsanti social e, nel caso di fotografie, anche. In questo modo, l'utente può condividerli.

Ti consiglio di mettere una filigrana, piccola, per sfruttare e diffondere il marchio o il web e / o il blog. Provalo!

 Frequenza di rimbalzo

Come descrive il nome, ci indica la percentuale di utenti che lasciano il sito Web entro pochi secondi dall'inserimento. E cosa significa?

Bene, è un indicatore che il contenuto potrebbe non essere di interesse per il pubblico che raggiunge. In questo modo, dobbiamo analizzare diverse variabili come il testo, l'immagine, la connessione tra i due, ecc.

 Responsive design

Sicuramente hai sentito di un sito web con un design reattivo, mi sbaglio?

Con ciò intendiamo che, in questo caso, le immagini si adattano a qualsiasi schermo sia esso mobile, tablet o computer. Ed è una sfida alla quale dovremmo aspirare!

Per cominciare, abbiamo strumenti per verificare se la nostra pagina è reattiva:

  • Mobile - Friendly Test: puoi controllare attraverso l'URL, sia il sito web che l'immagine, se è ottimizzato per i dispositivi mobili.
  • Window Resizer: estensione Chrome utilizzata per visualizzare l'aspetto del contenuto in altre dimensioni di dispositivi.
  • Google Search Console: saprai se è ottimizzata per i dispositivi mobili.

Formato l'immagine

Come dovremmo avere felice Google, prenderemo in considerazione le estensioni che gli piacciono ( .jpg, .png e .gif) . E per convertire le nostre foto in questi formati abbiamo strumenti come:

  • Smallpdf: converti un pdf nel formato desiderato.
  • Converti online: puoi convertire i tuoi file in 12 formati diversi, inclusi i preferiti di Google.

Come hai letto, l'ottimizzazione delle immagini è un compito importante che cerca di prendere in considerazione la diversità degli aspetti, sia per "essere felici" nei confronti dei motori di ricerca e dei lettori o utenti delle nostre pagine. Ma attento e attento: perché dobbiamo essere chiari che ottimizzare un'immagine non significa abbassare la qualità !

Quindi, le immagini sono molto importanti e attraggono l'utente, ma una buona L'ottimizzazione aiuta anche il livello SEO (velocità di caricamento, posizionamento nei motori di ricerca, ecc.) E il livello di conversione, riducendo al minimo il tasso di rimbalzo che ho menzionato prima.

Anche se molti aspetti sembrano essere presi in considerazione, sono cose semplici per cui esistono strumenti che facilitano il posizionamento delle immagini. E una volta chiarito, è, in realtà, un compito molto automatico che puoi fare sistematicamente ogni volta che pubblichi sulla tua pagina.

Come lo vedi? Di solito lo hai in mente quando ottimizzi la tua pagina o il tuo blog? Dimmi la tua esperienza e i tuoi trucchi! Oppure richiedi una consulenza SEO

Franco Dane consulente seo milano via o.respighi 11